Aspirapolvere Ciclonico

Schema di aspirazione ciclonico

Schema di aspirazione ciclonico

Sull’onda del successo degli aspirapolvere senza sacchetto, responsabili di un risparmio economico non indifferente, nasce l’aspirapolvere ciclonico. Un apparecchio che sfrutta l’aspirazione a ciclone, generando una forza centrifuga, capace di separare l’aria dallo sporco all’interno dell’apposito contenitore.

Da qui poi è nata la doppia versione di aspirapolvere ciclonico che può essere “monociclonico”, e che grazie ad un solo ciclone aspira circa il 75% dello sporco, e in versione “multiciclonico”, con più cicloni, capaci di catturare circa il 95% dello sporco.

Vantaggi

  1. Massima potenza di aspirazione. La separazione dello sporco dall’aria consente di far defluire più velocemente quest’ultima, e di non subire quindi un calo in termini di potenza di aspirazione. Caratteristica essenziale per un buon aspirapolvere.
  2. Risparmio sui sacchetti. Ancora una volta le tipologie di aspirapolvere senza sacco ci dimostrano quanto sia conveniente non dover più ricorrere ai sacchetti per la raccolta dello sporco. Anche per l’aspirapolvere ciclonico basta svuotare il contenitore di raccolta per ottenere di nuovo il massimo dell’efficienza.
  3. Filtri HEPA. Questa moderna tecnologia, combinata con l’azione dei filtri HEPA, capaci di catturare anche le più piccole particelle di sporco, rendono l’aspirapolvere ciclonico ideale per gli allergici e per chi ha animali in casa, riducendo al minimo l’impatto ambientale.

Svantaggi

  1. Costo elevato. L’aspirapolvere ciclonico rappresenta uno dei modelli più evoluti nel mondo degli aspirapolvere, ma il suo costo è sicuramente più elevato rispetto alle tipologie più classiche.

Offerte

Se vuoi scoprire i migliori aspirapolvere del momento, guarda la nostra lista qui!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *